I lavori più richiesti del momento: la situazione attuale

|

I lavori più richiesti del momento: la situazione attuale

Conoscere i lavori più richiesti può essere un grande vantaggio per coloro che dovranno accedere al mondo del lavoro, ma anche per chi ha il desiderio di cambiare vita e di iniziare a praticare un lavoro diverso per crescere dal punto di vista professionale.

Che si inizi a lavorare per la prima volta, o che si scelga di cambiare vita, conoscere le professioni più richieste dal mercato del lavoro è il primo passo verso il successo lavorativo.

Professioni più richieste in Italia

Chi decide di continuare a lavorare nel nostro paese ha bisogno di conoscere quali siano i lavori più richiesti in Italia. Il web ha rivoluzionato l’universo professionale ed infatti sono diversi gli impieghi in ambito informatico e digitale che presentano un’elevata richiesta.

Accanto ai lavori digitali ce ne sono però molti altri di cui il nostro paese ha bisogno e per alcuni di questi si riscontra anche una difficoltà a trovare del personale competente disposto a svolgere il lavoro necessario. In un paese in cui il tasso di disoccupazione resta alto ed in cui la situazione lavorativa dei giovani non è delle più promettenti, indirizzarsi verso una professione con elevata richiesta di mercato potrebbe essere la scelta migliore.

Sono molte le aziende in Italia che cercano fabbri, montatori, saldatori, operai specializzati ed altre figure di questo tipo. In gran parte dei casi le aziende non riescono ad assegnare tutte le posizioni lavorative disponibili, perché le persone disposte ad essere assunte in questi ruoli sono minori numericamente rispetto all’offerta.

Le aziende ricercano costantemente anche delle figure professionali specializzate, ad esempio informatici e tecnici ingegneristici. Il discorso è simile: molte società non riescono ad assumere tutto il personale di cui avrebbero bisogno.

Per chi non vuole lavorare nel settore aziendale, è possibile candidarsi come addetti alla ristorazione, altro ambito in cui c’è carenza. Lo stesso vale anche per gli estetisti, che in molte aree del nostro paese sono ridotti in numero.

Tra le figure professionali più ricercate nel nostro paese ci sono anche badanti, magazzinieri, custodi, autisti, addetti alle pulizie, cassieri. Questo dimostra che non serve per forza puntare ad un titolo di studio specialistico per trovare una buona posizione lavorativa, ma che ci sono delle opportunità di impiego anche nel nostro paese.

Con il titolo di studio si avrà la possibilità di accedere a delle posizioni di maggior prestigio, ma anche senza aver portato a termine l’università si potrà iniziare a lavorare e puntare alla serenità economica.

Lavori più richiesti 2019

I lavori più richiesti 2019 coinvolgono diversi settori. Ci sono infatti numerose richieste di personale specializzato che sia disponibile per mettersi in gioco nei seguenti settori:

  •       Industriale
  •       Commerciale
  •       Turistico
  •       Servizi alle imprese
  •       Pubblica Amministrazione
  •       Costruzioni
  •       Trasporti
  •       Sanitario

Tra i lavori con il maggior numero di richieste del 2019 non mancano ovviamente gli impieghi in ambito digitale. Nello specifico si è alla ricerca di personale che possa occuparsi di intelligenza artificiale, di sicurezza digitale e di analisi di mercato e di dati.

Il settore digitale è interessante, perché di fatto ha creato delle nuove posizioni lavorative. Oggi molti lavorano come cyber security expert, come data scientist o in altre posizioni simili, professioni che fino a qualche anno fa non esistevano e che sono state create dalla rivoluzione tecnologica.

Se in Italia non si trovano sbocchi, si può scegliere di trasferirsi in un altro paese per iniziare la propria avventura lavorativa o per fare un salto professionale. Le offerte di lavoro internazionali sono molte, in particolare per coloro che sono in grado di occupare le nuove posizioni lavorative. Per scoprire il proprio profilo professionale e per capire quale sarebbe il paese più adatto in cui lavorare, il Global Orientation Test è un ottimo strumento.

 

professioni-del-futuro

Uno sguardo al futuro

Uno studio condotto da Anpal e da Unioncamere prevedeva tra il 2019 ed il 2023 un netto aumento della richiesta lavorativa da parte del mercato, con una domanda di nuovo personale compresa tra i 2.5 ed i 3.2 milioni di lavoratori.

Il Covid-19 ha clamorosamente smentito queste previsioni ottimistiche: sappiamo benissimo che ci aspetta un nuovo periodo di recessione e gli studi in fase di pubblicazione di questo periodo (come quello della World Bank che parla di una decrescita globale nel 2020 pari al 7% per tutte le economie avanzate) non fanno che delineare un quadro che stiamo già vivendo giorno per giorno.

Sia i giovani che si affacciano per la prima volta al mondo del lavoro, sia chi vede il proprio settore e la propria azienda a rischio si stanno quindi interrogando su quale scenario lavorativo li aspetta. Oltre ai ruoli in ambito digitale, che si confermano in cima alla lista della wish list di molte aziende sopravvissute e addirittura cresciute durante la pandemia, prevediamo una crescita di due importanti trend che possono rappresentare una risposta alla domanda “quali sono i lavori del futuro?”.

  1. Qualche riga sopra abbiamo parlato di ruoli internazionali: ci sono molti segnali che indicano che le opportunità più interessanti saranno accessibili anche da remoto. Negli USA ci sono moltissimi siti e piattaforme dedicate, e molte aziende stanno offrendo per molti ruoli anche l’opzione remota. Questo vale sia per i ruoli “nativamente remoti” come programmatori o analisti, ma sempre più anche per ruoli tradizionalmente “in presenza” come l’HR o il Sales. Seppur in proporzioni ridotte, anche l’Europa sta prendendo esempio. Per esplorare le possibilità del lavoro remoto e sviluppare le capacità per lavorare in un team diffuso, Wexplore ha sviluppato il programma Find Your Ikigai.
  2. Il secondo trend riguarda invece la possibilità di creare noi stessi il nostro futuro lavoro: un percorso che sicuramente non è per tutti, ma che può contribuire a creare innovazione e ricchezza, trasformando la perdita di un lavoro in nuova opportunità per sé e per gli altri. Programmi come ASPIRE di Rainmaking o lo Startup Builder di StartupGeeks consentono alle aziende di far prosperare i propri talenti in uscita con un impatto positivo sull’intero ecosistema, e ai professionisti di avere un accompagnamento mirato su cosa vuol dire fare impresa e come avviare un business profittevole e sostenibile nel tempo. Perché a volte la nostra prossima mossa di carriera vuol dire riscrivere le regole del gioco.

Riccardo Spinelli

Dream Big, Do Bigger

Riccardo-Spinelli-Wexplore - Wexplore