Scrivere una lettera motivazionale per un dottorato: come fare?

|

Scrivere una lettera motivazionale per un dottorato: come fare?

Per proseguire nella tua carriera universitaria potresti scegliere di fare un dottorato di ricerca e potrebbe tornarti utile una lettera motivazionale dottorato. La lettera motivazionale è uno strumento che può rivelarsi molto efficace, a patto ovviamente che sia scritta con cura.

Abbiamo pensato di scrivere una guida approfondita sulla lettera motivazione per dottorato di ricerca. Puoi fare riferimento ai nostri consigli per la stesura del tuo documento, in modo da incrementare le tue opportunità di essere ammesso al dottorato.

Nonostante secondo l’indagine ADIAssociazione Dottorandi e dottori di ricerca in Italia – il numero dei dottorati disponibili sia in calo, questo percorso continua ad esercitare grande attrattiva. Futuri professionisti e professionisti già avviati sono infatti interessati a completare il loro percorso di formazione conseguendo un dottorato di ricerca.

Focalizzandoci sui dati del nostro paese, il 48.2% dei dottorati viene erogato dalle università del nord Italia. Le regioni del centro Italia erogano invece il 29.6% dei dottorati, mentre il sud si ferma al 22.2% dei dottorati di ricerca complessivi.

Perché fare un dottorato?

Quali sono i motivi che dovrebbero spingerti a fare un dottorato? La carriera universitaria di base è già molto lunga in alcuni ambiti ed il dottorato di ricerca andrebbe ad allungarla ulteriormente. Questo è il motivo principale che frena alcune persone dall’impegnarsi per conseguire anche un dottorato presso un’università italiana o straniera.

Nonostante il percorso di studio si allunghi, ci sono diversi vantaggi di fare un dottorato. I dottorati di ricerca sono sempre più richiesti, non solo da coloro che desiderano fare carriera universitaria. Anche chi vuole migliorare il profilo professionale può perseguire questa strada e sapere come scrivere una lettera motivazionale per il dottorato può tornare davvero utile.

Migliorare le opportunità lavorative

Il mercato del lavoro attuale è molto competitivo e si prevede che anche il mercato lavorativo del futuro sarà un campo di battaglia difficile. Per far sì che il tuo profilo professionale possa spiccare tra quello dei vari candidati alla posizione hai bisogno di dimostrare un’ottima carriera universitaria.

Il dottorato di ricerca può trasformarsi in un eccellente punto in più quando sarai messo a confronto con altri candidati preparati come te. Sono tante le persone che sfruttano il dottorato per accedere con più facilità a posizioni lavorative di prestigio.

Specializzarsi in un settore specifico

Con il dottorato di ricerca ti viene data la possibilità di approfondire il settore di tuo interesse. Potrai infatti specializzarti in un settore specifico, acquisendo abilità e conoscenze che ti saranno utili nel mondo del lavoro.

Il dottorato ti può tornare utile sia che tu voglia lavorare in Italia, sia che il tuo desiderio sia oltrepassare i confini del nostro paese. In quest’ultimo caso ti consigliamo di leggere la nostra guida sul lavoro per italiani all’estero, che ti potrà tornare utile per avere alcune indicazioni.

Apprendere competenze trasversali

Questo percorso di crescita professionale è volto non solo all’approfondimento delle conoscenze e delle abilità di un settore specifico. Grazie ad un dottorato di ricerca potrai infatti apprendere anche delle competenze trasversali.

Il fatto che i dottorati siano incentrati anche sulle soft skills spiega come mai coloro che portano a termine questo percorso siano ben visti dai datori di lavoro. Oltre alle conoscenze specifiche, il mondo professionale attuale richiede infatti ai candidati di avere anche delle competenze trasversali.

Queste sono utilissime perché possono essere applicate in tutti i settori e non sono dunque legate alla specifica mansione che si svolge. Le competenze trasversali devono essere apprese e coltivate per avere successo in ambito professionale e non solo.

Come scrivere una lettera motivazionale per dottorato

Vediamo insieme come scrivere una lettera motivazionale per dottorato. Di seguito troverai alcuni consigli utili che ti renderanno più semplice la vita e che renderanno possibile scrivere una lettera motivazionale efficace.

Scegliere la lingua: italiano o inglese?

La prima scelta che devi prendere riguarda la lingua, ovvero se scrivere la lettera in italiano oppure in inglese. Per accedere ad un dottorato di ricerca in un’università italiana potresti anche puntare sulla nostra lingua.

Va detto comunque che spesso anche le università italiane richiedono che i documenti siano redatti in inglese, soprattutto se il dottorato è aperto agli studenti internazionali. In questo caso potresti fare riferimento alla nostra guida su come scrivere una lettera motivazionale in inglese.

Ovviamente nel caso in cui si decidesse di scrivere la lettera motivazionale in inglese, è scontato dire che non dovranno assolutamente esserci errori. Un inglese perfetto è necessario per valorizzare il proprio documento e per incrementare le probabilità di essere selezionati tra i profili in gara.

Suddividere la lettera in paragrafi

La lettera motivazione per dottorato deve essere incisiva fin da subito. Può capitare infatti che un inizio non convincente non spinga a leggere il documento fino alla fine, ecco perché nelle prime frasi bisogna essere in grado di stupire.

Il secondo paragrafo è invece la parte della lettera motivazionale che deve essere dedicata agli obiettivi raggiunti. Trattandosi di una lettera motivazionale dottorato, è utile sottolineare i successi in ambito accademico. Un consiglio che si può dare è di sfruttare questo paragrafo anche per parlare dei motivi che ti hanno spinto a candidarti per il dottorato e di come pensi possa influire positivamente sulla tua carriera.

Nel terzo paragrafo puoi dare sfogo alla tua fantasia, scegliendo autonomamente cosa scrivere. Il consiglio in questo caso è di scrivere qualcosa di inerente al dottorato al quale ti stai candidando ed alle caratteristiche dell’università che lo organizza.

Lettera motivazionale dottorato fac simile

Per avere delle ulteriori indicazioni sulla strada da seguire per scrivere una lettera motivazionale corretta puoi affidarti ai fac simile. Cercando in rete lettera motivazionale dottorato fac simile puoi trovare dei modelli di riferimento.

I modelli sono molto utili come traccia da seguire, ma è importante che tu sappia che non devono essere copiati. La lettera motivazionale deve essere infatti scritta di tuo pugno e rappresentare te e le tue motivazioni.

Chi legge le lettere motivazionali è consapevole dell’esistenza dei fac simile e sa riconoscere in pochi secondi le lettere originali da quelle copiate. Allegare una lettera motivazionale copiata andrà a tuo sfavore e sarà controproducente.

Riccardo Spinelli

Dream Big, Do Bigger

Riccardo-Spinelli-Wexplore - Wexplore