Quali saranno le professioni più richieste in futuro?

|

Quali saranno le professioni più richieste in futuro?

L’universo lavorativo è in costante rinnovamento e ciò porta a chiedersi quali saranno le professioni più richieste in futuro. Chi crede che si possano individuare delle caratteristiche immutabili per il mondo del lavoro si sbaglia di grosso. Per rendersi conto di questo basta fare un confronto tra le figure professionali più richieste un decennio fa con i lavori più richiesti 2020.

Non serve essere degli esperti per dedurre che le professioni cambiano nel tempo assecondando i cambiamenti delle esigenze della società. Alcune figure professionali inevitabilmente spariscono, altre invece nascono a vanno a colmare una nuova richiesta del mercato.

La società si evolve, i bisogni ed i desideri delle persone cambiano anno dopo anno e dunque anche il mondo lavorativo deve essere dinamico. Chi sta ancora ponendo le fondamenta della propria carriera lavorativa dovrebbe allora guarda avanti fin da subito e cercare di individuare i lavori più richiesti nei prossimi anni.

Lo stesso dovrebbero fare coloro che non sono soddisfatti del ruolo che ricoprono e che vorrebbero dare una svolta alla loro vita professionale. Le opportunità di miglioramento ci sono, basta essere pronti a coglierle e non restare ancorati al passato.

Lavori più richiesti 2020

Prima di provare a prevedere quali saranno le professioni più richieste in futuro, è consigliabile dare uno sguardo all’universo lavorativo attuale. I lavori più richiesti 2020 sono la prova del cambiamento rispetto al passato, infatti tra i lavori si trovano anche delle professioni prima inesistenti.

Abbiamo scritto una guida dettagliata sui lavori più richiesti del momento, che va ad analizzare anche la situazione dei lavori più richiesti in Italia. Consigliamo di dare una lettura al nostro approfondimento per farsi un’idea della situazione attuale del mondo del lavoro italiano ed internazionale.

Per ottenere uno dei lavori attualmente più richiesti è necessario inviare la propria candidatura, allegando il CV scritto in maniera corretta. Abbiamo preparato a riguardo una guida, che aiuta a capire come fare il CV, seguendo dei semplici suggerimenti pratici.

Lavori più richiesti nei prossimi anni

Partendo dalla situazione attuale si può cercare di fare una previsione in merito ai lavori più richiesti nei prossimi anni. Nell’universo lavorativo del momento si trovano delle utili indicazioni, partendo dal presupposto che i settori in forte crescita continueranno a crescere anche nei prossimi anni.

Probabilmente la loro crescita rallenterà e nel futuro i settori potranno anche implodere, ma è improbabile che questo avvenga nel giro di pochi anni. Ciò spiega come mai fare una previsione che guardi avanti di pochi anni sia molto più semplice che fare una previsione che guardi al futuro più lontano.

A questo proposito è interessante citare uno studio proposto da Unioncamere e da Anpal. L’obiettivo di questo studio è stato valutare la situazione lavorativa partendo dal 2019 fino ad arrivare al 2023. Si è cercato dunque di prevedere cosa potrebbe accadere nei prossimi anni e quali potrebbero essere le professioni più richieste.

Il primo dato interessante è quello relativo alla richiesta lavorativa. Secondo quanto emerso da questo studio, si dovrebbe avere complessivamente un aumento della richiesta, che dovrebbe portare a tantissime nuove assunzioni. Si stima che la richiesta oscillerà tra i 2.5 milioni ed i 3.2 milioni di lavoratori, che andranno ad occupare diverse tipologie di posizioni lavorative.

Si avrà un notevole incremento di richiesta per quanto riguarda i nuovi profili professionali. Tra questi spiccano le figure del manager di e-commerce, del social media manager e dell’esperto di cybersecurity. Il commercio si svolge oggi per gran parte online e le migliori aziende non possono fare a meno di avere un e-commerce.

L’importanza della presenza in rete crescerà di anno in anno, rendendo indispensabile affidarsi ad un social media manager per la gestione della reputazione online. Anche la sicurezza informatica sarà un ambito in cui ci sarà un notevole aumento della richiesta di professionisti specializzati.

La richiesta di lavoratori aumenterà comunque anche in alcuni ambiti professionali tradizionali. Il settore del turismo, ad esempio, è elencato tra quelli che godranno di una crescita maggiore. La popolazione si sposterà sempre con maggior facilità e saranno richiesti esperti nel settore turistico per soddisfare i bisogni dei viaggiatori.

Anche il settore sanitario vedrà un aumento della richiesta, dunque potrebbe essere una buona scelta indirizzarsi verso questo ambito se il proprio ingresso nel mondo lavorativo è previsto tra pochi anni. Sono tante le professioni che rientrano nell’ambito sanitario e non bisogna per forza ricoprire il ruolo di medico.

Lavori più richiesti nel futuro

Passiamo ora ad approfondire il tema dei lavori più richiesti nel futuro. Mentre per le previsioni a breve termine ci sono degli indizi che possono dare una grande mano, lo stesso non si può dire quando ci si trova a dover fare delle previsioni a lungo termine.

Individuare le professioni più richieste in futuro non è dunque semplice. Bisogna comunque informarsi in merito, soprattutto se mancano ancora diversi anni prima del proprio ingresso nel mondo lavorativo. Lo stesso vale anche se si ha intenzione di indirizzare la propria formazione verso uno dei settori che domineranno l’universo lavorativo nei prossimi anni.

Pearson ha condotto una ricerca per tentare di individuare le professioni del 2030. I dati che sono stati resi pubblici offrono degli spunti interessanti e possono essere sfruttati come traccia per indirizzarsi nell’universo professionale del futuro.

Le professioni del 2030 secondo Pearson

Di seguito proporremo alcuni dei dati più interessanti che emergono da questa ricerca. Per ulteriori informazioni invitiamo a leggere direttamente lo studio condotto da Pearson e disponibile online in formato PDF.

La ricerca parte con una valutazione della forza lavoro attuale e dei settori nei quali è impiegata. Secondo gli esperti di Pearson, il 10% dei lavoratori è attualmente impiegato in settori che avranno lunga vita. I loro settori dovrebbero continuare a crescere negli anni, confermandosi fondamentali per la società. Appartengono a questa categoria la sanità e l’istruzione, ma anche l’agricoltura, l’edilizia ed infine il settore pubblico.

Segue poi il 20% della società che si trova al momento impiegata in settori che potrebbero vivere invece una contrazione della richiesta nei prossimi anni. Gran parte della forza lavorativa (70%) è invece impiegata in ambiti di cui è difficile prevedere il futuro. Non si riesce dunque a dire se questi settori resteranno stabili o subiranno dei cambiamenti.

Mancano diversi anni al 2030 e non è facile dare delle indicazioni precise sulle professioni più richieste in futuro. Ci saranno sicuramente nuove figure professionali che emergeranno, in particolare in ambito digitale. Sebbene non si possano dare informazioni dettagliate sulle singole professioni, si può però dire che si tratterà di profili professionali specializzati.

Come prepararsi ai lavori del futuro

Qual è la strategia migliore per prepararsi ai lavori del futuro? Questa è la domanda che si pongono coloro che attendono di entrare nell’universo lavorativo, ma anche coloro che vogliono fare un salto di carriera. La risposta che si può dare è semplice: specializzazione e competenze trasversali.

Saranno queste le chiavi del successo che aiuteranno ad ottenere uno dei lavori più richiesti in futuro. La crescente domanda di figure professionali sarà soddisfatta dall’elevata offerta: tante persone saranno disposte a mettersi in gioco per entrare nel mondo lavorativo.

L’unico modo per emergere sarà quello di specializzarsi nel settore di interesse. Molte delle nuove posizioni lavorative richiederanno infatti un’elevata specializzazione. Non ci saranno tante opportunità di crescita per coloro che decideranno di rallentare e di non proseguire con la specializzazione.

La specializzazione da sola non sarà però sufficiente a garantire una posizione lavorativa di prestigio. Al professionista del futuro saranno richieste infatti anche numerose competenze trasversali, le quali lo aiuteranno a svolgere al meglio i compiti che gli saranno assegnati. Le soft skills continueranno dunque a svolgere un ruolo centrale al momento della selezione del personale, proprio come accade al giorno d’oggi.

Tra le principali competenze trasversali che saranno richieste ai lavoratori del futuro ci sarà sicuramente la capacità di organizzare il lavoro. Le nuove professioni richiederanno infatti un’elevata specializzazione, ma tendenzialmente anche la capacità di occuparsi di più compiti. Per riuscire a gestire l’incarico affidato i lavoratori non potranno fare a meno di imparare ad organizzare i compiti e ad assegnare le priorità.

Per avere successo nel futuro si potranno seguire le regole per fare carriera, non sottovalutando l’importanza di conoscere più lingue. Sicuramente non si potrà fare a meno dell’inglese, ma è probabile che anche altre lingue si impongano nel dialogo professionale internazionale.

Si prevede che nel futuro ci sarà una maggiore mobilità dei lavoratori rispetto alla situazione attuale. Già al momento molti professionisti decidono di lasciare i confini nazionali per fare un salto di carriera altrove. Basta analizzare le diverse offerte di lavoro per italiani all’estero per capire che le opportunità di partire non mancano di certo.

Per crescere dal punto di vista professionale e per fare delle esperienze di vita bisognerà essere pronti a fare il grande salto. Anche se il tentativo non dovesse andare a buon fine non importa, sarà comunque stato fatto il possibile per provare a crescere. Al professionista che vorrà accedere ad una delle professioni più richieste in futuro non dovranno mancare il coraggio e la voglia di crescere.

Riccardo Spinelli

Dream Big, Do Bigger

Riccardo-Spinelli-Wexplore - Wexplore